__________________________________________
 

__________________________________________
 

Elenco schede

__________________________________________
 

Ricerca Tag

PARERE sul seguente quesito:

“Avremmo la necessità di ricevere una vostra risposta in merito al seguente quesito:

Sulla etichetta del vino: EMILIA IGT VINO FRIZZANTE

Sussiste l’obbligo di indicare la categoria “VINO FRIZZANTE”?

Secondo noi è possibile in funzione del REG.UE 1308/13 ART.119 COMMA 2.

chiediamo cortesemente se è possibile avere la risposta in tempi brevi, dobbiamo procedere alla stampa delle etichette.”

RISPOSTA

Si evidenzia che l'articolo 119 del reg. Ue n. 1308/13 prescrive tra le indicazioni obbligatorie anche l'indicazione del nome della categoria che nel caso in esame è “vino frizzante”.

Si ricorda altresì che il comma 2 dello stesso articolo prevede quanto segue:

2. In deroga al paragrafo 1, lettera a), (nome della categoria) il riferimento alla categoria di prodotti vitivinicoli può essere omesso per i vini sulla cui etichetta figura il nome di una denominazione di origine protetta o di un’indicazione geografica protetta.

Pertanto nel caso specifico trattandosi di un vino IGT Emilia questa omissione della categoria sembrerebbe consentita.

E' però necessario considerare anche quanto prevede il disciplinare di produzione all'articolo 8 in merito ai sistemi di chiusura consentiti per i vini frizzanti Emilia IGT.

Per le tipologie frizzanti e per il mosto di uve parzialmente fermentato è consentito l’uso del tappo «a fungo», a condizione che l’eventuale capsula di copertura del tappo «a fungo» non superi l’altezza di 7 cm.

In questo caso si applica anche quanto prevede l'articolo 16, commi 3 e 4 del D.m. Mipaaf 13 agosto 2012 che si riporta:

3. Qualora sia previsto dagli specifici disciplinari di produzione, per i vini frizzanti e per il mosto di uve parzialmente fermentato recanti una DOP o IGP è consentito l’uso del tappo «a fungo» di cui all’art. 69, paragrafo 1, del regolamento, a condizione che l’eventuale capsula di copertura del tappo «a fungo» non superi l’altezza di 7 cm. Gli specifici disciplinari DOP e IGP possono stabilire disposizioni più restrittive.

4. Nei casi di cui al comma 3, al fine di evitare ogni possibile confusione con le categorie spumanti, nell’etichetta, nell’ambito della descrizione delle indicazioni obbligatorie, deve essere riportato il termine «frizzante» in caratteri di almeno 5 mm di altezza ed in gamma cromatica nettamente risaltante sul fondo.

Pertanto in linea generale è consentita l'omissione del nome della categoria vino frizzante nell'IGT Emilia, ma nel caso il sistema di chiusura sia costituito da un tappo «a fungo» 

con l'eventuale capsula di copertura è obbligatorio riportare, nell’ambito della descrizione delle indicazioni obbligatorie, il termine «vino frizzante» in caratteri di almeno 5 mm di altezza ed in gamma cromatica nettamente risaltante sul fondo.

 

RIFERIMENTI NORMATIVI Art. 119, comma 2 del reg. Ue n. 1308/13; art. 16, commi 3 e 4 del D.m. Mipaaf 13 agosto 2012; disciplinare di produzione.